Intervento con i bambini 

Il gioco con le sue regole ed il divertimento ad esso associato è lo strumento principe che utilizziamo con i bambini.

Con bambini molto piccoli coinvolgiamo anche i genitori situazioni di gioco, che permettano di conoscersi e trovare modalità per stare insieme. Un modo di stare insieme non centrato sui deficit del bambino ma sulle sue risorse e sulle sue motivazioni. Desideri e motivazioni che spesso sono molto difficili da capire in persone con diagnosi di autismo, ma fondamentali per instaurare una relazione. L’operatore è quindi un esperto di gioco e nell’individuazione dei desideri del bambino, aiutando in questo processo anche i genitori. L’intervento quindi si contraddistingue nel lavorare insieme col bambino e i genitori, piuttosto che una delega della famiglia del lavoro terapeutico all’operatore

Attraverso situazioni organizzate di gioco si sviluppano abilità cognitive, motorie e verbali e, a sua volta, il gioco è l’occasione in cui il bambino impara e potenzia queste abilità. Alla base dello stare in relazione c’è la competenza a focalizzare l’attenzione su un oggetto comune al proprio interlocutore, esprimendo emozioni ed intenzioni coerenti al contesto. I giochi proposti tengono a mente l’obbiettivo di sviluppare queste competenze di emozione congiunta, intenzione congiunta e attenzione congiunta, problematiche in persone con diagnosi di spettro autistico. I giochi da noi proposti sono pensati per stimolare nei bambini lo sviluppo di queste competenze.

 

PERCHÉ SOSTENERCI

Siamo un’associazione nata dall’unione di genitori con figli con diagnosi di autismo. La nostra è un’associazione non lucrativa con struttura democratica che intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale.

5x1000 ad Habitat C.F. 91045560587